Pronto per un articolo sulla sorvegliabilità ristoranti che devi tenere presente per aprire un ristorante e non incorrere in sanzioni?

La sorveglianza dei locali è un requisito importante per l’esercizio dell’attività di somministrazione che comporta la revoca dell’autorizzazione come disposto dall’art. 4 comma 1, della Legge n. 287/1991. Alcune regìoni prevedono la sospensione dell’attività ai fine dei ripristino degli stessi.

Pronto per iniziare?

I criteri della sorvegliabilità ristoranti

I criteri della sorvegliabilità ristoranti sono individuati dal D.M. n. 564/1992 e sono:

  1. Sorveglianza esterna di:
    • Vie d’accesso e di uscita dei locali e le aree adibite a somministrazione al pubblico di alimenti o bevande;
    • Porte o altri ingressi che devono consentire l’accesso diretto dalla strada, piazza o altro luogo pubblico
    • Locali parzialmente interrati che devono avere glia accessi visibili dalla strada, piazza o altro luogo pubblico;
    • Locali presenti a piano superiore a quello della strada dove la sorveglianza deve essere verificata dall’autorità di pubblica sicurezza.
  2. Caratteristiche delle vie di accesso:
    • Nessun impedimento deve essere frapposto all’ingresso o uscita del locale durante l’orario di apertura dell’esercizio;
    • La porta di accesso deve essere costruita in modo da consentire sempre l’apertura all’esterno.
  3. Sorveglianza interna:
    • Le suddivisioni interne dei locali, ad esclusione dei bagni e dei locali non aperti al pubblico, non possono essere chiuse da porte o grate munite di serratura o da altri sistemi di chiusura che nn consentono un immediato accesso;
    • Gli eventuali locali interni non aperti al pubblico devono essere indicati nella richiesta di autorizzazione;
    • in ogni caso deve essere assicurata mediante targhe o altre indicazioni l’identificabilità degli accesi ai vani interni dell’esercizio e le vie d’uscita del medesimo.
  4. Sorveglianza interna dei circoli privati di somministrazione:
    • I locali devono essere ubicar all’interno della struttura adibita a sede del circolo;
    • Detti locali non devono avere accesso diretto da strade, piazze o altri luoghi pubblici;
    • All’esterno della struttura non possono essere apposte apposite insegne, targhe o altre indicazioni che pubblicizzino le attività di somministrazione.

Sorvegliabilità ristoranti: chi è è l’ente preposto alla verifica?

La verifica della sorvegliabilità dei locali di somministrazione di alimenti e bevande viene effettuata da:

  • Comune che rilascia l’autorizzazione con l’intervento della Polizia Locale;
  • Dall’autorità di pubblica sicurezza per i locali ubicati al livello superiore a quello strada.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This