In questo nuovo articolo andiamo ad analizzare il libro Responsive Design di Stephen Hay utile per approfondire l’argomento su come deve essere impostato il sito di un ristorante, per essere responsive (adattabile ai diversi dispositivi online).

Copertina flessibile: 224 pagine
Editore: Pearson (30 gennaio 2014)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8865183888
ISBN-13: 978-8865183885
Peso di spedizione: 381 g

Acquistabile su AMAZON

RESPONSIVE DESIGN DI STEPHEN HAY STUTTURA DEL LIBRO

Il libro Responsive Design di Stephen Hay mette in mostra come adattarsi al nuovo paradigma del responsive design per creare siti per il web di oggi,

Tra le strategie che il lettore può imparare:

  • Una migliore gestione delle aspettative del cliente e delle richieste dello sviluppo;
  • Un approccio pratico allo sviluppo del browser;
  • La gestione dei documenti che superi la staticità delle composizione in Photoshop;
  • Il metodo per visualizzare i cambiamenti fondamentali portati dal responsive design.

Questo libro, il lettore si lascerà alle spalle il vecchio flusso di lavoro e inizierà a lavorare in modo adatto al web multipiattaforma di oggi.

PERCHE’ ACQUISTARE QUESTO LIBRO

Un libro da comprare perchè non troppo tecnico e tratta di a metà di web project management e per l’altra metà di “filosofia del web“.

Il suo scopo è definire un alternativo metodo di lavoro per progettare un sito web che si adatti a qualsiasi dispositivo, senza però mai effettivamente entrare nell’ambito tecnico.

Inoltre viene spiegato come utilizzare alcuni software per la gestione dei contenuti che verranno poi convertiti in html (personalmente trovo l’operazione poco efficiente, giacché gli stessi contenuti possono essere copiati da un word processor in qualsiasi editor wysiwyg o meno, ma non metto in dubbio che il metodo dell’autore possa essere utile a molti) e di lì si produce poi, passando da schizzi o altre forme di pre-progettazione, un mockup completo in html.

 

RESPONSIVE DEISGN DI STEPHEN HAY LA TESI DEL LIBRO

La tesi del libro, in sostanza, è che ci si può liberare del prototipo in Photoshop a favore di un prototipo direttamente in html.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This