Pronto per un articolo sui requisiti professionali per aprire un ristorante e non incorrere in sanzioni?

Perfetto, perché andremo a vedere in maniera dettagliata i seguenti argomenti:

  • Come si ottengono i requisiti professionali;
  • Il delegato all’attività di somministrazione;
  • Come si pongono le Regioni sull’argomento;
  • Chi verifica dei requisiti professionali.

Pronto per iniziare?

Come ottenere i requisiti professionali per aprire un ristorante

Secondo l’articolo 2, co. 5 del D. Lgs. 114/1998 l’attività di somministrazione di alimenti e bevande è consentita a coloro che:

  • Hanno frequentato con esito positivo corsi professionali (SAB) tenuti da Istituti o enti:
    • Riconosciuti dalle regioni o dalle provincie autonome di Trento e Bolzano, aventi come oggetto l’attività di somministrazione di alimenti e bevande;
    • Quali scuola alberghiera o altra scuola ad indirizzo professionale.

Alla legge sopra riportata si affianca la circolare n. 3603/C del 28 settembre 2006 del Ministero dello Sviluppo Economico che sostiene che sono in possesso dei requisiti professionali anche coloro che:

  • Sono iscritti al REC (Registro Esercenti il Commercio) prima del 4 luglio 2006;
  • Hanno lavorato, per almeno due anni negli ultimi cinque, nel settore della somministrazione come:
    • Dipendente;
    • Coadiuvante: coniuge, parente o affine entro il terzo grado.

Il delegato all’attività di somministrazione per le società

Se ad aprire un ristorante è una società i requisiti professionale devono essere detenuti dal:

  • Legale rappresentante o;
  • Da altro soggetto espressamente delegato all’attività di somministrazione e quindi da persona che la società ha nominato mediante procura.

Secondo il T.U.L.P.S. non è possibile nominare un delegato per le ditte individuali in quanto il titolare, al momento della richiesta di rilascio dell’autorizzazione amministrativa per somministrazione di alimenti e bevande deve essere in possesso sia dei requisiti morali che professionali.

Disposizioni delle regioni

Per completezza, qui di seguito, ti riporto le normative regionali per il settore della somministrazione di alimenti e bevande in cui sono riportati dettagli maggiori sui requisiti professionali:

Requisiti professionali per aprire un ristorante: chi verifica?

Il requisito professionale per aprire un ristorante è verificato dal comune in cui hai intenzione di aprire la tua attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This