L’obiettivo di questa procedura di selezione dei fornitori  è di selezionare i migliori fornitori per garantire un corretto approvvigionamento di prodotti conformi ai requisiti merceologici e igienici di legge.

 

PROCEDURA DI SELEZIONE DEI FORNITORI: LE LEGGI DI RIFERIMENTO

Le leggi di riferimento della procedura di selezione dei fornitori sono due regolamenti europei:

  • 852/2004: art. 5 punto g) e punto 4 lettera a);
  • 178/2002: tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti.

 

IL RESPONSABILE DELLA PROCEDURA 

L’incaricato dell’autocontrollo (OSA) ha l’obbligo di:

  • Garantire le corretta attuazione;
  • Fare in modo di renderla efficace.

COSA BISOGNA RIPORTARE NELLA PROCEDURA

I fornitori vengono selezionati in base ai seguenti requisiti:

  • Capacità di:
    • Garantire la fornitura di prodotti conformi alle normative vigenti;
    • Fornire prodotti di qualità con il giusto rapporto costi/benefici.
  • Affidabilità e puntualità della fornitura.

Ogni fornitore dovrà produrre una delle seguenti garanzie:

  • Certificazione di qualità relativo al rispetto dei requisiti igienici sanitati e di tracciabilità;
  • Piano di autocontrollo.

 

PROCEDURA DI SELEZIONE DEI FORNITORI: DOCUMENTI ALLEGATI

I seguenti documenti devono essere allegati alla procedura:

  • Elenco dei fornitori aggiornato sia per le materie prime che per i MOCA;
  • Certificazioni HACCP previsti dal Reg. Ce 852/2004;
  • Tutte le non conformità e azioni correttive raccolte durante l’attuzione della procedura.

 

SANZIONI PREVISTE

Le sanzioni previste sono principalemte di natura amministrativa pecuniaria e hanno un range che va da:

  • MILLE a SEIMILA euro, qualora il responsabile non tenesse a disposizione o si rifiutasse di fornire alle autorità competenti le informazioni concernenti il sistema di autocontrollo, in vigore nella sua attività;
  • MILLE a NOVEMILA euro, per la mancata o non corretta attuazione del sistema autocontrollo presso la sua attività.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This