Lo scopo della procedura di rintracciabilità e ritiro dal mercato merce non idonea di definire le modalità e le responsabilità per il ritiro e/o richiamo dal mercato, dei prodotti non idonei come richiesto dal Reg. CE 178/2002.

Inoltre la presente procedura si applica al ritiro delle merci dal mercato in caso di certa e  sospetta non conformità ai requisiti d sicurezza degli alimenti, ovvero quando possano essere dannose per la salute umana.

L’inosservanza di questa procedura può determinare danni alla salute dei clienti all’immagine del locale e, in ogni caso, uno stato igienico incompatibile con i requisiti legislativi.

Procedura di rintracciabilità e ritiro dal mercato merce non idonea: riferimenti legislativi

I riferimenti legislativi della procedura di rintracciabilità e ritiro dal mercato merce non idonea sono:

 

La responsabilità di questra procedura

La responsabilità di questa procedura è affidata all’incaricato dell’autocontrollo (OSA) che deve:

  • Vigilare sulla corretta attuazione di questa procedura;
  • Prendere i provvedimenti necessari per renderla efficace.

Descrizione delle attività

Questa procedura definisce le procedure aziendali in grado di garantire la rintracciabilità e il relativo ritiro delle merci non idonei dal mercato dei prodotti:

  • Fresci;
  • Confezionati;
  • Della pesca.

La rintracciabilità è garantita con l’archiviazione e il controllo dei documenti DDT

La documentazione necessaria per garantire la rintracciabilità di un prodotto deve essere messa a disposizione dell’Autorità Competente che la richiede e deve essere conservata per un congruo periodo di tempo, ad esempio:

  • 3 mesi per i prodotti freschi;
  • 6 mesi successivi dalla data di conservazione del prodotto deperibile, per i prodotti con data di scadenza “da consumarsi entro il ….”
  • 12 mesi successivi dalla data di conservazione consigliata, per i prodotti con TMC “da consumarsi preferibilmente entro il….”;
  • 1 anno successivo per i prodotti per i quali non è prevista dalle leggi vigenti l’indicazione del termine minimo di conservazione nè altra data.

 

Procedura di rintracciabilità e ritiro dal mercato merce non idonea: la documentazione da allegare

Sono da ritenersi correlati alla Procedura di rintracciabilità e ritiro dal mercato merce non idonea la seguente documentazione:

  • Elenco fornitori (compresi i trasportatori) ed elenco clienti (escluso se sono consumatori finali);
  • Copia delle eventuali informazioni fornite ai clienti e ai consumatori in caso di attivazione del sistema di richiamo;
  • Certificazioni di qualità o documento dell’attuazione del piano di autocontrollo Reg. CE 852/2004;
  • Raccolta delle non conformità rilevate ed azione correttive messe in atto.

 

Sanzioni previste

Le sanzioni previste sono di natura amministrativa pecuniaria e vanno da:

  • MILLE a SEIMILA euro, qualora il responsabile non tenesse a disposizione o si rifiutasse di fornire alle autorità competenti le informazioni concernenti il sistema di autocontrollo, in vigore nella sua attività;
  • MILLE a NOVEMILA euro, per la mancata o non corretta attuazione del sistema autocontrollo presso la sua attività;
  • CINQUEMILA a TRENTAMILA euro, per la violazione degli obblighi del ritiro dal commercio di prodotti riconosciuti rischiosi per la salute pubblica (tracciabilità/rintracciabilità);

Ulteriore sanzione qualora il responsabile non provveda ad eliminare le irregolarità del sistema di autocontrollo, riscontrate dalle autorità sanitarie, entro il termine prefissato.

È previsto anche l’arresto qualora non si dimostri davanti al tribunale che si è implementato un sistema di prevenzione e controllo.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This