L’obiettivo della manutenzione locali impianti e attrezzature è di garantire il mantenimento dell’idoneità delle:

  • Strutture edilizie del locale dove si svolge il servizio di somministrazione;
  • Attrezzature utilizzate in modo da non compromettere l’igiene delle produzioni.

MANUTENZIONE LOCALI IMPIANTI E ATTREZZATURE: QUALI SONO LE LEGGI DI RIFERIMENTO

I riferimenti legislativi della manutenzione locali impianti e attrezzature sono:

LE RESPONSABILITA’ 

Le responsabilità sono affidate all’OSA che dovrà:

  • Far in modo che la procedura sia messa in atto;
  • Controllare la sua efficacia.


COME DEVE AVVENIRE LA MANUTENZIONE

La manutenzione, all’interno del proprio locale, deve essere programma in ordinaria e straordinaria e devono riguardare:

  • Le strutture esterne ed interne e i servizi ausiliari: per esempio i servizi igienici e servizi idrici;
  • Gli impianti: per esempio i condizionatori della temperatura e le attrezzature.

Qualunque non conformità verrà immediatamente registrata nel modulo delle non conformità e il responsabile dell’autocontrollo provvederà al ripristino delle condizioni d’idoneità.

 

LA DOCUMENTAZIONE DA CONSERVARE

La documentazione che va raccolta e conservata in caso di controlli è:

  • Identificazione di:
    • Principali impianti ed attrezzature;
    • Ounti di erogazione dell’acqua;
    • Aree di stoccaggio dei rifiuti;
  • Libretto di uso e manutenzione e/o schede tecniche delle attrezzature;
  • Documentazione di avvenuto interventi di manutenzione:
    • Ordinaria;
    • Straordinaria;
  • Tutto ciò che non è conforme con tutti i rimedi correttivi messi in atto.

 

LE SANZIONI ATTESE PER LA MANCATA MANUTENZIONE LOCALI IMPIANTI E ATTREZZATURE

Le sanzioni previste di natura amministrativa pecuniaria sono:

  • Mancato rispetto dei requisti struturali: da € 5000 a € 3000;
  • Omessa stesura e applicazione di procedura di manutenzione locali, impianti e attrezzature: da € 1000 a € 6000.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This