Pronto per un articolo che ti spiega come scegliere la location per un ristorante e quanto sia importante per il successo del tuo ristorante?

La scelta della location è:

  • Una delle attività più delicate nella ristorazione perché se si sbaglia nella scelta è difficile e costoso porvi rimedi;
  • Importante per la coerenza del proprio concept, ma sopratutto per le aspettative di rotazioni che genera una certa location (numero di volte che il tavolo viene servito).

Pronto per iniziare?

Come scegliere la location per un ristorante: le 5 tipologie

Le 5 tipologie di location che ti aiutano a come scegliere la location per un ristorante sono:

  • Dove la gente abita, lavora o fa la spesa:
    • Ad alto traffico motorizzato o pedonale;
    • ad alto traffico motorizzato o pedonale dove la gente esce di sera.
  • Dove la gente esce di giorno e un pò di sera, dove fa la spesa e vicino a zone residenziali:
    • Con presenza di uffici;
    • Con alto traffico pedonale e in zona residenziale.
  • Dove la gente abita, lavora, fa la spesa, esce, ad alto traffico pedonale;
  • Dove la gente abita, lavora, fa la spesa, esce, ad alto traffico motorizzato e pedonale;
  • Dove la gente abita, lavora, fa la spesa, esce di giorno e di sera, ad alto traffico motorizzato, pedonale e turistico.

Questa suddivisione le puoi trovare in ogni città e devi solo stare attento ad analizzare se sono presenti nel luogo dove hai intenzione di aprire il tuo ristorante.

Prima di ricercare una location per il tuo ristorante

Prima di lanciarsi alla ricerca spasmodica e disordinata della ricerca del luogo dove ad andare aprire il tuo ristorante dovrai avere chiarito e scelto questi fattori:

  • Che concetto di ristorante vuoi aprire;
  • A che target vuoi rivolgerti;
  • Che occasione di uso principale vuoi sfruttare;
  • Quanto ti costa l’affitto;
  • Ingombro e spazio necessario per la realizzare la cucina e la zona di somministrazione: ti ricordo che ho scritto una guida sui requisiti di idoneità strutturali;
  • Lo spazio necessario per il parcheggio dei clienti e le zone di attesa all’esterno del tuo locale;
  • La legislazione locale;
  • Se la tua attività di tipo basico (pizzeria, pranzo veloce e tempo limitato) deve essere posizionato in una zona ad alto traffico e vicino ad uffici;
  • Se hai optato per un locale a tema ricordati che deve essere raggiunto in 20-25 minuti;
  • La concorrenza deve essere dello stesso livello del tuo locale perché crea un effetto positivo/negativo di riflesso sul tuo ristorante.

Criteri generici di selezione di una zona

Arrivati a questo punto avrai scelto alcune possibili location per il tuo ristorante e le dovrai selezionare in funzione della zona valutando i seguenti fattori:

  • Valuta il traffico di passaggio;
  • Presenza di altre forme di intrattenimento nelle vicinanza;
  • Presenza di uffici;
  • Totale popolazione nel raggio di 16 km;
  • Età media della popolazione;
  • Percentuale di single che vivono nell’area;
  • Livello di reddito disponibile delle persone che ruotano attorno all’area di tuo interesse.

Criteri specifici di selezione di un locale all’interno di una zona

I criteri specifici di selezione di un locale sono:

  • Strada principale o una sua traversa;
  • Orientamento del sole;
  • Passaggio tranquillo per potersi fermare;
  • Presenza di terrazza;
  • Zona di parcheggio;
  • Canna fumaria installata o con possibilità di poterla installare;
  • Costi generali rapportati al mq/anno.

Come scegliere la location per un ristorante: il costo ottimale

Una volta scelta la tua location, in funzione di quello fin qui detto, dovrai valutarne il costo in funzione del fatturato, dunque si può dire che in media il costo non dovrebbe superare il 10-13% dei ricavi previsionali del tuo ristorante.

Per esempio su fatturato di 400.000 euro il costo della location è di circa 4000 euro.

In conclusione la location più costosa è valida se ci consente di aumentare i fatturati potenziali, o perché più spaziosa o perché attrattiva.

Per approfondire

Per sapere su come scegliere la location per un ristorante, puoi dare un ‘occhiata a queste risorse che ho selezionato per te:

  • Management della ristorazione. Food & beverage cost control di Donatella Dell’Orso, Emanuele Gnemmi: il libro affronta in forma completa, chiara, e con numerosi esempi, il tema della gestione di un ristorante di un bar, di un’azienda ristorativa;
  • Manuale della ristorazione di Salvatore Ciappellano: due caratteristiche qualificano in particolare questo testo: la prima è la presentazione dei fenomeni fisici, chimici e biologici, a livello fondamentale e molecolare, per comprendere i perché di determinate trasformazioni gastronomiche e individuare i criteri per la loro ottimizzazione; la seconda è l’approccio multidisciplinare e sistemico di alcune parti del manuale, necessario per comprendere la complessità connessa con questa attività.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This