Pronto per un breve articolo che chiarisce il problema dei cibi surgelati al ristorante: cosa succede se nel menù non vengono indicati?

Pronto per iniziare?

Il reato di frode commerciale

Il problema dei cibi surgelati al ristorante è piuttosto noto può il ristoratore sostenere che quel giorno la pescheria era chiusa e ha dovuto servire un piatto surgelato?

A fare chiarezza sul problema ci ha pensato la Corte di Cassazione che, con una recente sentenza, ha stabilito che il commerciante o ristoratore che non avvisa prima il cliente della presenza di cibi surgelati nel menù commette il reato di frode commerciale.

La legge, insomma, obbliga il ristoratore di dichiarare la qualità dei prodotti offerti ai consumatori e la mancata comunicazione di un cibo surgelato presente nel menù equivale ad una frode nell’esercizio del commercio.

Il menù di fatto è una proposta contrattuale

Il menù proposto al ristorante è considerato al pari di una proposta contrattuale e tutti gli elementi devono essere chiari e ben specificati.

In sostanza, non è giustificabile sostenere che la pescheria era chiusa o delegare colpe ad altri perché per legge il menù deve contenere:

  • Tutti i dettagli sui cibi presenti tra cui gli allergeni;
  • L’indicazione se vi sono prodotti surgelati adoperati per la preparazione di alcuni piatti.

Ricordati una cosa che i clienti che hanno avuto il sospetto di aver mangiato un cibo congelato, e non sono stati avvisati prima, possono fare segnalazione ai Nas o alle ASL.

Questi due enti di controllo hanno l’obbligo di presentarsi nel ristorante in questione e controllare se effettivamente sono presenti cibi surgelati in frigo.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This