Il cuore strategico imprenditoriale è il business plan per un ristorante dove si definiscono tutte le strategie imprenditoriale per un locale di successo.

Gli elementi fondamentali che devono essere presi in considerazione sono:

  • Parte introduttiva;
  • La Redazione;
  • Struttura del documento.

Ecco perchè ho pensato di scrivere questo articolo che ti invito a leggere

IL BUSINESS PLAN PER UN RISTORANTE: PARTIAMO DA QUI

Il business plan per un ristorante deve:

  • Essere scritto prima di aprire il tuo ristorante;
  • Delineare tutti gli elementi di base  con un orizzonte temporale di 3 anni.
  • Descrivere tutti i fattori fondamentali per l’impresa – prima che l’impresa si manifesti nella realtà.

Il business plan per un ristorante è uno strumento utile per:

  • Analizzare e pianificare: chiarendo tutti gli aspetti fondamentali per l’avvio di impresa;
  • Comunicare: condividendo gli elementi essenziali del progetto con gli interlocutori principali;
  • Accedere alle fonti di finanziamento agevolato;
  • Gestire l’impresa lungo tutto il suo periodo di vita.

Grazie al business plan, sarai in grado di indivudare in tempo utile le problematiche e le prospettive, adottando così decisioni mirate ed ispirate su lungo periodo.

 

IL BUSINESS PLAN PER UN RISTORANTE: COME SI SCRIVE

Per la redazione del business plan devi:

  • Raccogliere una quantità importante di elementi;
  • Conoscere il tu modello di ristorante: magari ti può essere d’aiuto questo articolo;
  • Analizzare la concorrenza;
  • Decidere il piano organizzativo: soci, partner e personale;
  • Stabilire il capitale per poter prevedere tutte le voci di spesa: assicurazioni, iva, fisco, contratti di lavoro, etc.

 

ESEMPIO DI BUSINESS PLAN PER UN RISTORANTE: COME DEVE ESSERE STRUTTURATO

I cinque punti fondamentali che il tuo business plan deve riportare sono:

  1. Presentazione: 20-30 pagine rilegate specificando, sulla copertina, la ragione sociale, recapiti e i vostri dati aziendali.
  2. Redazione: prevedere in sommario, numerare le pagine e utilizzare un carattere tipografico semplice e chiaro. Il documento deve essere di facile lettura.
  3. Contenuto: deviessere breve, conciso, chiaro e comprensibile evitando citazioni e l’uso di tecnicismi o frasi fumose. Motiva sempre le tue ipotesi evidenziando punti di forza e di debolezza.
  4. Numeri: devi essere chiaro e preciso nell’elaborare tutto quanto ha a che fare con i numeri e i conti. Potete usare programmi informativi tipo Excel che facilitano molto la redazione.
  5. Struttura: non esiste un modello prestabilito per redigere il vostro business plan. Potrebbe comunque essere d’aiuto seguire questa scaletta essenziale:
  • Parte introduttiva dove vengono descritti:
    • I promotori dell’iniziativa;
    • L’idea;
    • La nascita del progetto imprenditoriale;
  • Parte tecnico-operativa che illustra:
    • L’analisi di fattibilità;
    • Il relativo mercato di riferimento;
  • Parte quantitativa-monetaria o parte finanziaria: che sviluppa la previsione economico-finanziaria dell’impresa.

PER APPROFONDIRE

Qui di seguito ho pensato fosse utili riportare degli elementi di approfondimento sul business plan per un ristorante, dagli un occhio non costa nulla:

  • Corso online Project Management & Business plan:  corso chiaro e di facile apprendimento su come realizzare un business plan e non solo;
  • Business Plan casi pratici: questo volume propone una prima parte teorica in cui spiega la struttura del business plan e le diverse parti di cui si compone anche in relazione allo scopo per il quale è redatto e una seconda parte, fortemente pratica;
  • Business Plan con Excel: libro pratico, che va diretto all’obiettivo, cercando di portare subito all’attenzione del lettore gli elementi importanti per prendere la decisione di avviare o meno un business.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This