In questo un articolo analizzo le attività accessorie alla somministrazione da considerare per aprire un ristorante per la precisione:

  • I piccoli intrattenimenti musicali;
  • Gli internet point;
  • Il gioco e gli apparecchi per il gioco lecito.

Pronto per iniziare?

Attività accessorie alla somministrazione: i piccoli intrattenimenti musicali

La prima attività accessorie alla somministrazione è il piccolo intrattenimento musicale da tenersi in luoghi aperti al pubblico.

Per questo tipo di attività accesoria occorre chiedere la licenza al comune e in alcune regioni anche la valutazione impatto acustico.

Limiti e condizioni per il piccolo intrattenimento musicale

Ti ricordo che i limiti e le condizioni sono:

  • Utilizzo promiscuo delle sale di somministrazione/intrattenimento;
  • Limite di capienza e di afflusso alle cento persone, se non si è costretti a richiedere la prevenzione incendi;
  • Divieto di:
    • Ballo;
    • Trasformare il locale, attraverso elementi per esempio di arredo, da somministrazione a intrattenimento;
    • Imporre il pagamento di biglietto o di aumento delle consumazioni;
    • Pubblicizzare l’evento.

Internet point

Se metti a disposizione un internet point dovrai richiedere al questore una nuova licenza di pubblica sicurezza, come richiesto dall’art. 7 del D. L. 27 luglio 2005, n. 144.

Inoltre secondo il decreto 16 agosto 2005 del Ministero dell’Interno i titolari e i gestori di un esercizio pubblico devono:

  • Adottare le misure fisiche o tecnologiche occorrenti per impedire l’accesso ai pc a persone che non siano preventivamente identificate;
  • Identificare chi accede ai servizi telematici acquisendo:
    • Dati anagrafici;
    • Numero del documento d’identità.
  • Mantenere:
    • Dati di accesso
    • Data e l’ora;
    • Tipologia di servizio usato;
  • Informare gli utenti stranieri nella propria lingua;
  • Rendere disponibili i dati d’acquisito.

Attività accessorie alla somministrazione: il gioco e gli apparecchi per il gioco lecito

I giochi leciti sono permessi previa autorizzazione che dispone l’obbligo della licenza per:

  • Le sale pubbliche di bigliardo o altre forme di gioco: carte , flipper, apparecchi meccanici, etc;
  • Installazione di apparecchi.

Queste licenze sono rilasciate dal comune e il locale autorizzato alla pratica deve esporre una tabella, predisposta e vidimata dal comune, nella quale sono indicati:

  • I giochi d’azzardo e quelli che il questore ritenga di vietare nel pubblico interesse;
  • Le prescrizioni ed i divieti specifici che ritenga opportuno.

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This