Vuoi aprire un bar in Italia? Penso allora che questo articolo fa al caso tuo, perchè ho riuassunto in una semplice guida tutto quello che ti serve.

In particolare andremo ad analizzare insieme:

  • Il concetto di bar ;
  • Tutto ciò che serve per non incorrere in sanzioni;
  • Quali sono gli elementi che caratterizzano un bar.

Dietro il bancone… si inizia.

 

COME APRIRE UN BAR IN ITALIA: IL CONCETTO DI BAR

Prima di addentrarti nell’apertura di un bar è bene capire di cosa stiamo parlando.

Il bar è infatti un esercizio pubblico in cui si sosta brevemente per consumare bevande, dolci e cibi leggeri stando in piedi, o seduti su alti sgabelli, presso il bancone: stiamo parlando di somministrazione come un in ristorante.

TUTTO CIO’ CHE SERVE PER NON INCORRERE IN SANZIONI

Se hai capito il concetto base ti invito a visionare l’articolo “aprire un ristorante” dove ho riassunto tutti obblighi di un locale di somministrazione.

Unica differenza è la mancanza di una cucina.

 

CARATTERISTICHE DI UN BAR

Per bar si intende un esercizio pubblico dove si somministra alimenti e bevande dove le persone si ritrovano per consumare:

  • Bevande calde o fredde;
  • Piccole gastronomie;
  • Scambiare due chiacchiere e darsi un appuntamento.

Le differenze tra un bar e l’altro sono determinate dalla posizione, dalla tipologia di clientela, dal tipo di servizio, dalla capacità del gestore ed altro.

 

TIPOLOGIE DI BAR

Ti ricordo che, da un punto di vista autorizzativo, il bar è un locale di somministrazione di bevande secondo quanto riportato nella L. 287/199.

Nel mercato, però, esistono una grande varietà di bar tutti caratterizzati da particolarità proprie che li contraddistinguono, come riportato qui di seguito:

  • Bar tradizionale:
    • Aperto dalla mattina alla sera e adatto a qualsiasi tipo di clientela, dà la possibilità di bere caffè, bibite, birra, vino, liquori e distillati, (possibilità di gioco, carte, biliardo, ecc.);
    • Spesso nello stesso esercizio sono compresi la vendita di tabacchi e ricevitorie.
  • Pasticceria-caffeteria-caffè: locale classico dove la clientela trova un servizio discreto dove si trova sia la caffetteria che pasticceria;
  • Tea Room: locale raffinato, elegante, specializzato in assortimento di tè e infusi in genere. Spesso collegato al bar descritto sopra;
  • Milk bar: specializzato in bevande a base di latte quali milk-shake, frappè, yogurt, frullati, ecc;
  • Bar bianco: non viene venduto nessun tipo di bevanda alcolica;
  • Vineria-wine bar: specializzato nell’offrire una vastissima scelta di vini, con abbinamenti di piccoli stuzzichini;
  • Pub:
    • Origine inglese, dove vengono somministrati esclusivamente alla birra ed al whisky;
    • Tipico è l’arredamento di legno.
    • Spesso non è previsto il servizio al tavolo.
  • Birreria:
    • Ambiente simile al pub inglese;
    • Offre al cliente, oltre ad una vasta gamma di birre alla spina ed in bottiglia, panini e piatti tipici.
  • Snack bar:
    • Offre tramezzini, panini, toast, primi e secondi piatti già pronti e dolci accompagnati da bibite;
    • Situato in zone centrali della città, in centri commerciali, sulle autostrade, in aeroporti o in prossimità di stazioni ferroviarie.
  • American bar:
    • Ambiente riservato, raffinato, ed elegante, specializzato nel bere miscelato e nel servizio in generale;
    • Personale molto qualificato nella conoscenza dei distillati, dei liquori e delle lingue straniere.
  • Bar d’albergo: è un “american bar” situato all’interno dell’albergo. Funziona principalmente per esaudire le richieste dellaclientela ospite dell’hotel.
  • Bar piscina: situato vicino alla piscina.

 

COME APRIRE UN BAR IN ITALIA: QUALCHE INFORMAZIONE I PIU’

Qui di seguito ti riporto qualche informazione in più su come aprire un bar in Italia, dagli in occhio:

Commenta anche tu

comments

Pin It on Pinterest

Share This